Banda larga, infrastrutture devono evolvere anche in energia - pres. Enel

lunedì 11 maggio 2015 14:32
 

RHO (Milano), 11 maggio (Reuters) - Enel continuerà a fare il proprio mestiere di azienda elettrica, anche se le infrastrutture devono evolvere anche nel mondo dell'energia.

È quanto si è limitato a dire il presidente di Enel, Patrizia Grieco, interpellata a margine dell'incontro annuale Consob, sull'indiscrezione di la Repubblica, secondo cui il governo starebbe pensando di affidare a Enel il progetto di sviluppo della banda ultralarga, che sfrutterebbe la rete dei cavi elettrici della società, mettendo all'angolo Telecom .

"Noi facciamo il nostro mestiere, lo facciamo oggi e lo faremo domani. L'energia è il nostro mestiere e questo faremo. Certo è chiaro che le infrastrutture devono evolvere anche nel mondo dell'energia", ha risposto Grieco a una domanda sulle ipotesi riportate oggi dal quotidiano.

Poi ha aggiunto: "A prescindere da Enel credo anch'io che la banda larga sia un obiettivo strategico per il paese".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia