BORSA MILANO in calo, bene Saipem e Mps, debole Telecom

lunedì 11 maggio 2015 12:48
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Piazza Affari chiude la mattina in lieve calo, tra borse europee ugualmente fiacche in attesa di sviluppi nelle trattative sul debito greco.

Un trader parla di un generale andamento riflessivo "dopo il rimbalzo tecnico di giovedì e venerdì", in cui spiccano solo pochi titoli coinvolti in vicende specifiche.

Intorno alle 12,40 il FTSEMib scende dello 0,7%, in linea l'Allshare, mentre il futures su giugno resta inesorabilmente sotto la soglia dei 23.000 punti.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 cede lo 0,1%, poco mossi i derivati di Wall Street.

SAIPEM sale del 4% dopo che venerdì sera ha annunciato che South Stream Transport le ha chiesto di riprendere i lavori per la costruzione del gasdotto offshore nel Mar Nero, revocando così la sospensione in atto dallo scorso dicembre.

Bene dopo qualche altalena anche MPS che ha annunciato i conti e l'aggiornamento del piano industriale venerdì a borsa chiusa e li ha presentati oggi al mercato. Il titolo chiude la mattina a +2,7% dopo aver promesso un 2015 in utile dopo il primo segno più da tre anni registrato tra gennaio e marzo.

Miste le altre banche (piatte in Europa) con BANCO POPOLARE particolarmente tonica (+1%); l'AD Pier Francesco Saviotti ha detto che i colloqui per una possibile fusione con un altro istituto si sono intensificati. In luce anche BANCA FINNAT, secondo Saviotti, vincitrice della gara per acquisire la banca Cesare Ponti da Carige.

In rialzo WORLD DUTY FREE, indifferente alle possibili indagini Consob sulla cessione della società a Dufry, preferita secondo un azionista di minoranza - scrive il FT - a un'offerta più alta dei cinesi. "Non mi aspetto modifiche all'accordo, al massimo tempi più lunghi", commenta un broker.

Azzera il rialzo iniziale EXOR, che ha raggiunto un accordo per la cessione di Cushman & Wakefield con una plusvalenza di 722 milioni di dollari. Una notizia positiva, secondo un broker, ma in linea con le attese. Debole la controllata FIAT CHRYSELR.   Continua...