Btp in calo, prevale pessimismo per meeting Eurogruppo su Grecia

lunedì 11 maggio 2015 12:31
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Secondario italiano in calo,
in linea con l'intero comparto europeo, con gli investitori che
non sembrano nutrire molte speranze sulle trattative sul debito
ellenico tra Atene e i suoi creditori internazionali per il
breve termine.
    In vista del vertice dell'Eurogruppo, nei giorni scorsi i
ministri finanziari della zona euro hanno chiarito che
l'incontro di oggi a Bruxelles non sarà risolutivo, che non si
giungerà a un accordo anche se sono pronti a riconoscere passi
avanti nell'organizzazione e nella sostanza dei negoziati. La
Grecia, che domani dovrà ripagare al Fmi una nuova tranche di
aiuti da 750 milioni di euro, ha detto di non star considerando
alcun 'piano B' e di volere un riconoscmento dei progressi nelle
trattative. 
    Sulla scia del trend che ha caratterizzato la scorsa
settimana, con forti perdite e volatilità, attorno alle 12,30 il
differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a 10 anni
si attesta a 117 punti base, sui livelli della chiusura di
venerdì, dopo aver aperto a 119 pb, e, in parallelo, il tasso
del decennale sale a 1,74% dal 1,69% dell'ultima chiusura.
    "E' una giornata caratterizzata da volumi sottili rispetto
ai giorni scorsi, in cui si aspettano le notizie della
Commissione europea sulla Grecia", sintetizza da Milano un
trader di una primaria banca italiana.
    Più cauto un secondo operatore di un'altra banca italiana,
secondo il quale, il mercato ha già metabolizzato il nulla di
fatto del vertice europeo di oggi.
    "La situazione è abbastanza tranquilla e il mercato guarda
alla Grecia senza troppi patemi: oggi nessuno si aspetta nulla
di conclusivo", spiega il trader. 
    Intanto domani prenderà il via la tornata d'aste di metà
mese con il collocamento del Bot annuale offerto per 6,5
miliardi di euro a fronte dei 7,15 miliardi in scadenza. Il
rendimento del titolo sul mercato grigio scambia in tarda
mattinata tra 0,03% e 0,05% mentre all'ultimo collocamento di
metà aprile il titolo ha visto un rendimento dello 0,013%, al
nuovo minimo storico. Mercoledì sarà la volta dell'asta a medio
lungo con il Tesoro pronto a mettere sul piatto tra 5,5 e 7
miliardi in Btp a 3, 7, 15 e 30 anni. 
    In una giornata avara di spunti macro, Bankitalia ha reso
noto che a marzo è rallentata lievemente, portandosi sotto il
15%, la crescita delle sofferenze bancarie in Italia, mentre si
è ristretto ancora il flusso del credito all'economia,
soprattutto verso le imprese. Sempre a marzo
inoltre è sceso rispetto al mese precedente il controvalore del
portafoglio di titoli di Stato nazionali detenuto dalle banche
operanti in Italia. 
     

    
============================= 12,30 ============================
 FUTURES BUND GIUGNO                  154,27   (-0,49)   
 FUTURES BTP GIUGNO                   135,40   (-0,55)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,983  (-0,001)  0,159%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                  97,876  (-0,485)  1,738%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 139,118  (-2,237)  2,807%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          160         158
 BTP/BUND 2 ANNI                                 39          38
 BTP/BUND 10 ANNI                               117         115
 minimo                                       113,6       112,3
 massimo                                      119,2       119,6
 BTP/BUND 30 ANNI                               168         164
 BTP 10/2 ANNI                                157,9       153,0
 BTP 30/10 ANNI                               106,9       103,2
 ===============================================================
    
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia