PUNTO 1-Exor, accordo per cessione Cushman & Wakefield, plusvalenza 722 mln dlr

lunedì 11 maggio 2015 08:31
 

(Aggiunge contesto)

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Exor ha stretto un accordo per la cessione di Cushman & Wakefield a DTZ per un enterprise value complessivo di 2,042 miliardi di dollari.

Per la holding della famiglia Agnelli, che detiene il 75% fully diluted della società di servizi immobiliari, i proventi della vendita ammontano a 1,278 miliardi di dollari, con una plusvalenza di 722 milioni.

L'operazione, dice una nota, "costituisce un'occasione unica per aggregare Cushman & Wakefield e DTZ", dando vita a "una delle più grandi società al mondo nel settore dell'intermediazione e dei servizi immobiliari"; opererà con il marchio Cushman & Wakefield.

Il perfezionamento della transazione è previsto nel quarto trimestre mentre, secondo quanto riferito a Reuters da due fonti settimana scorsa, domani Exor dovrebbe riunire il cda per valutare un miglioramento dell'offerta per PartnerRE dopo che quest'ultima aveva messo fine ai colloqui.

Tornando alla transazione odierna da segnalare l'impegno degli azionisti di DTZ, TPG Capital, PAG Asia Capital e Ontario Teachers' Pension Plan, a investire nello sviluppo della nuova società.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia