7 maggio 2015 / 14:48 / 2 anni fa

PUNTO 3-Prysmian, trim1 oltre stime, guidance Ebitda 560-610 mln, titolo vola

(Accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni da conference call)

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Prysmian ha archiviato il primo trimestre con ricavi, margini e utile in rialzo, fornendo una guidance sull'Ebitda adjusted 2015 di 560-610 milioni di euro, rispetto al range 506-556 milioni del 2014 (forchetta rivista nel corso dell'anno a causa dei problemi sul progetto Western Link). A proposito di WL, il range per quest'anno sale a 616-666 milioni escludendone l'impatto.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, hanno registrato un progresso, su base organica, del 5,9%, a 1,753 miliardi di euro.

L'Ebitda adjusted è salito del 53,4%, a 120 milioni. Escludendo l'impatto di WL, l'Ebitda rettificato sale a 135 milioni.

L'utile netto si è attestato a 42 milioni, in aumento rispetto ai 5 milioni di un anno prima.

L'indebitamento finanziario netto a fine marzo ammontava a 1,040 miliardi, rispetto agli 802 milioni a fine 2014.

Secondo le stime di consensus, pubblicate dall'azienda sul sito, gli analisti (otto broker) per il primo trimestre prevedevano ricavi pari a 1,64 miliardi, un Ebitda adjusted di 106 milioni e un indebitamento netto di 1,085 miliardi.

Per quanto riguarda l'intero anno, le stime di consensus (diciotto broker) sono attestate su ricavi pari a 7,063 miliardi, un Ebitda adjusted di 594 milioni, un Ebit adjusted di 446 milioni e un indebitamento di 752 milioni.

ANALISTI POSITIVI SU 2015

Commentando i risultati, l'AD Valerio Battista spiega che il target di Ebitda verrà raggiunto "grazie al contributo dei business telecom ed energy projects. Ulteriore supporto ci viene anche dal nuovo record del portafoglio ordini della trasmissione di energia, che ha raggiunto 3,1 miliardi, e dalla stabilizzazione del trend nei business ciclici".

Interpellato da un analista nel corso della conference call sul tema delle aggregazioni, Battista ha ribadito la posizione assunta da quando sono state pubblicate indiscrezioni su negoziati per l'acquisizione di General Cable : "Guardiamo a tutte le opzioni. Al momento non c'è nulla di definito. Quando e se ci sarà qualcosa, informeremo il mercato".

Per quanto riguarda la previsione sulla crescita organica del fatturato nel 2015, l'AD ha spiegato che, "se qualcosa non dovesse andare storto o estremamente bene, un range del 3-4% è raggiungibile", aggiungendo che i tassi di sviluppo maggiori li registreranno i segmenti di business energy projects e tlc.

A livello settoriale Battista ha più volte sottolineato la sofferenza di oil&gas e automotive; a proposito di quest'ultimo, sollecitato su un'ipotesi di vendita, ha risposto: "Non è uno dei business migliori, non è strategico, lo consideriamo un'aggiunta". Più in generale, sui comparti ciclici l'AD ha detto di "non vedere ragioni perché i prezzi scendano ulteriormente".

Il direttore finanziario, Pier Francesco Facchini, ha stimato in circa 15 milioni l'impatto positivo dei cambi sull'Ebitda a fine anno, con un rallentamento nella seconda parte. Il management, inoltre, ha indicato in 200 milioni il target di cash generation per il 2015.

Un analista spiega che "i numeri sono buoni e sopra le attese. La guidance è ok e c'è un nuovo piano di taglio dei costi". Altri aspetti positivi, secondo l'analista, sono "l'accelerazione nell'assorbimento dell'impatto di Western Link e un portafoglio trasmissione ai massimi storici".

Un altro analista afferma che "ricavi, Ebitda e utile sono decisamente meglio delle attese. Pesano positivamente le valute. La guidance è leggermente meglio di quella attesa. Penso si posizioneranno per fine anno nella parte medio-alta del range. Mi aspetto una leggera revisione al rialzo del consensus".

Per quanto riguarda il piano di risparmi, conseguenza della riorganizzazione della produzione e della catena dei fornitori, una delle slide della presentazione indica un target al 2016 di 175 milioni, mentre al 2019 i risparmi dovrebbero salire a 225 milioni, con un incremento di 85 milioni rispetto a fine 2014. L'azienda, inoltre, prevede incassi futuri per 30-40 milioni dalla cessione di terreni e immobili.

Reazione positiva del titolo Prysmian: piatto prima della pubblicazione dei conti, ha chiuso con un balzo del 6,36%, a 19,41 euro, dopo aver segnato un massimo di 19,49 euro.

Per i risultati del primo trimestre dell'anno scorso cliccare su

Per i risultati dell'intero 2014 cliccare su

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below