Pensioni, Zanetti (Scelta civica): recuperare da contributi più alti

mercoledì 6 maggio 2015 16:19
 

ROMA, 6 maggio (Reuters) - Scelta civica, partito centrista che fa parte della maggioranza di governo, sulla mancata indicizzazione delle pensioni 2012-2013 superiori a circa 1.400 euro chiede di applicare la sentenza delle Consulta e di recuperare la maggior spesa a carico delle pensioni più alte.

E' quanto si legge in una nota di Enrico Zanetti, segretario di Scelta civica e sottosegretario all'Economia.

"Se la sospensione dell'indicizzazione per due anni sulle pensioni di oggi oltre tre volte la minima è incostituzionale, mentre il passaggio dal più generoso sistema retributivo a quello contributivo per i pensionati di domani non lo è, credo proprio che sia il caso di applicare ovviamente la sentenza, ma anche di recuperare il disegno di legge di Scelta Civica con il quale si prevedeva il ricalcolo con il sistema contributivo delle pensioni oltre 10 volte la minima e l'applicazione di un contributo di solidarietà sul differenziale tra la pensione contributiva pagata dell'avente diritto e la pensione retributiva regalata dallo Stato", scrive Zanetti.

Il leader di Scelta civica chiede che questo recupero di risorse a spese delle pensioni più alte avvenga per "ripristinare un minimo di equità nella distribuzione dei sacrifici tra le generazioni".

La misura oggetto della sentenza della Consulta venne adottata dal governo Monti.

La cancellazione della misura avrebbe un costo di 5 miliardi per i due anni in questione e un possibile effetto trascinamento di alcuni miliardi sugli anni successivi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia