Whirlpool, protesta lavoratori a Caserta, governo assicura impegno

mercoledì 6 maggio 2015 13:57
 

ROMA, 6 maggio (Reuters) - I lavoratori della Whirlpool di Caserta hanno oggi occupato per un paio d'ore l'Autostrada A1 vicino a Villa Literno poi i binari della stazione ferroviaria della città campana per protestare contro la paventata chiusura della fabbrica, mentre prosegue la trattativa tra sindacati e multinazionale americana degli elettrodomestici.

Il governo, intanto, dice di capire "la preoccupazione e la rabbia dei lavoratori" e di essere impegnato a risolvere la vertenza, chiamando sindacati e azienda alla "responsabilità" perché "gli equilibri corrono sul filo di lana".

In una nota, il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi e il sottosegretario al Welfare Teresa Bellanova hanno ricordato che il prossimo incontro con le parti sul piano industriale della Whirlpool, che ha rilevato la Indesit della famiglia Merloni, è fissato per venerdì 8 maggio.

"Il governo ha chiesto all'azienda un'attenta revisione del piano industriale con la priorità della salvaguardia dei livelli occupazionali. Nel frattempo, e sin dalla prima riunione, ha vincolato l'azienda a non operare licenziamenti fino al 31 dicembre 2018".

Whirlpool ha annunciato 1.350 esuberi e vorrebbe chiudere lo stabilimento di Carinaro (Caserta), dove lavorano 800 persone, e il centro richerche di None in Piemonte. L'azienda vorrebbe anche trasferire 600 dipendenti dello stabilimento di Albacina, nelle Marche (destinato alla chiusura) nella vicina Melano.

Secondo l'azienda, 940 esuberi sono preesistenti all'acquisizione mentre gli altri 400 esuberi sono "non strutturali" e potrebbero essere riassorbiti se le condizioni di mercato miglioreranno.

A fronte dei tagli, l'azienda si è impegnata a riportare in Italia alcune produzioni estere e a investire 500 milioni in quattro anni.

Whirlpool Corporation è il primo produttore mondiale di elettrodomestici con un fatturato di circa 20 miliardi di dollari, 100.000 dipendenti e 70 centri di produzione e di ricerca tecnologica nel mondo al 2014.

Nell'area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) i dipendenti sono 26.000 e circa 6.000 in Italia distribuiti in 7 siti.   Continua...