PUNTO 1-Intesa, acquista da Ente 10,3% Carifirenze per 182,5 mln-Tombari

martedì 5 maggio 2015 16:12
 

(Aggiunge dichiarazioni Tombari)

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Ente CariFirenze ha raggiunto un accordo nei giorni scorsi per la cessione a Intesa Sanpaolo del 10,26% di CariFirenze con un ricavo di 182,5 milioni di euro.

Lo annuncia in una nota il presidente dell'ente fiorentino Umberto Tombari.

"Questa operazione, che è ovviamente subordinata all'autorizzazione dei competenti organi di vigilanza, prevede, tra le altre cose, un contributo di altri 2 milioni di euro da parte di Intesa Sanpaolo da destinare a progetti per il territorio proposti dall'Ente Cassa e il mantenimento a Firenze della Direzione regionale. Abbiamo anche ottenuto che il marchio di Banca CR Firenze possa essere utilizzato per altri nove anni", spiega Tombari.

CariFirenze nel 2008 è entrata nell'orbita del gruppo Intesa Sanpaolo di cui l'ente detiene il 3,25%. Con questa operazione Intesa sale al 100% di CariFirenze.

In merito alla cessione della quota in Intesa Sanpaolo per la parte che eccede il terzo dell'attivo patrimoniale, in ossequio al protocollo di autoregolamentazione firmato da Acri e ministero dell'Economia, Tombari ha osservare che ci sono tre anni di tempo. "Su Intesa non abbiamo ancora avviato una riflessione", ha detto.

Attualmente l'Ente detiene 515 milioni di azioni di Intesa Sanpaolo, iscritte a bilancio per complessivi 905 milioni di euro. La quota vale per il 60-70% del patrimonio dell'Ente CariFirenze.

"Oggi a quotazioni di Borsa il valore sarebbe di un miliardo e mezzo abbondante", ha calcolato il direttore generale Gabriele Gori, ricordando che "l'accordo prevede che l'incidenza del 33% la si calcoli prendendo a riferimento la media del valore del semestre precedente. Il calcolo ogni mese cambia: oggi dovremmo vendere il 60% della quota che abbiamo, ma sono numeri figli di un calcolo che ogni mese siamo obbligati a rifare".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia