PUNTO 1-Banda larga, mediazione Pd fra operatori ma posizioni distanti

martedì 5 maggio 2015 16:28
 

* Il partito di Renzi cerca di accorciare distanze tra operatori

* L'incontro a due giorni dal cda di Telecom

* Presenti operatori privati, Cdp, governo e autorità di settore (Aggiunge dichiarazioni da parte Pd, accorpa pezzi)

ROMA, 5 maggio (Reuters) - Si è svolto questa mattina presso la sede nazionale del Pd un incontro con tutti gli attori del sistema telefonico per cercare di accorciare le distanze che separano le varie aziende rispetto agli investimenti per la banda larga in fibra.

Lo ha riferito una fonte presente all'incontro al quale hanno partecipato: gli amministratori delegati di Telecom Italia Marco Patuano e di Fastweb Alberto Calcagno, il presidente di Vodafone Italia Pietro Guindani, il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, il presidente della Cdp (le cui partecipate F2i e Fsi controllano Metroweb) Franco Bassanini e, per il Pd, gli organizzatori dell'incontro Ernesto Carbone e Sergio Boccadutri. Completavano il tavolo i presidenti dell'Antitrust, Giovanni Pitruzzella, e dell'Agcom, Angelo Maria Cardani.

"E' stato fatto il punto della situazione nel tentativo di far convergere posizioni che sono distanti", ha detto la fonte.

Di tutt'altro tenore la valutazione dell'incontro fornita da uno degli organizzatori: Carbone, in una nota diffusa nel pomeriggio, scrive che "la riunione è stata un'occasione di confronto franco, utile e proficuo tra i diversi protagonisti, dove si sono trovate, a dispetto delle aspettative, eccezionali convergenze".

Giacomelli, uscendo, aveva detto che "l'incontro è andato bene ed è stato organizzato per definire la politica del Pd nel settore del digitale".

L'incontro, che secondo uno dei protagonisti era stato deciso da tempo, arriva a due giorni dal Cda di Telecom Italia che dovrebbe fra le altre cose fare il punto sulle trattative per l'eventuale ingresso in Metroweb.   Continua...