Pensioni, al lavoro per risposta positiva a Consulta - Padoan

martedì 5 maggio 2015 14:17
 

ROMA, 5 maggio (Reuters) - Il governo è al lavoro per dare "una risposta positiva alla Consulta", che ha bocciato come incostituzionale il mancato adeguamento all'inflazione per gli assegni pensionistici superiori a 1.400 euro nel biennio 2012-2013.

Lo dice il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, a margine di un'audizione in Senato.

"Stiamo lavorando. Quanto prima definiremo il quadro quantitativo", aggiunge il ministro.

Il blocco delle perequazione era previsto dalla manovra 'Salva Italia' di fine 2011.

La sentenza ha un impatto diretto di circa 5 miliardi, che dovrebbe scaricarsi per intero sui bilanci del biennio 2012-2013.

C'è però anche un effetto di trascinamento agli esercizi successivi, dovuto agli interessi maturati e alla rivalutazione del montante su cui si applicano i futuri adeguamenti, ancora tutto da quantificare: la Cgil arriva a stimare in quasi 10 miliardi l'impatto complessivo della sentenza.

È da vedere, soprattutto, se la maggior spesa pensionistica sia compatibile con il quadro programmatico del Def, che limita al 2,6% del Pil l'obiettivo di deficit per quest'anno.

Padoan si limita dire che "le regole saranno rispettate", senza entrare nel merito.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia