PUNTO 1-Rcs, Luciano Fontana nominato direttore Corriere della Sera

giovedì 30 aprile 2015 17:53
 

(Riscrive con contesto, commenti)

ROMA/MILANO, 30 aprile (Reuters) - Sarà Luciano Fontana, condirettore del Corriere della Sera dal 2009, a prendere il posto di Ferruccio de Bortoli che dopo sei anni alla direzione lascia il quotidiano del gruppo Rcs.

Lo conferma una nota dopo che la notizia era stata anticipata da alcune fonti vicine alla vicenda.

Una volta escluso il nome forte di Mario Calabresi, la "cui unica pecca", secondo quanto diceva qualche tempo fa uno degli azionisti, era di essere direttore della Stampa e quindi troppo "marchiato" Fiat, primo azionista di Rcs, i candidati principali oltre a Fontana erano il giornalista Carlo Verdelli, il direttore del Tg1 Mario Orfeo, Antonio Polito, direttore del Corriere del Mezzogiorno.

Fontana, "uomo di macchina" che ha sostanzialmente guidato il giornale negli ultimi mesi, era fortemente appoggiato dal direttore uscente. Classe 1959, dopo un inizio professionale all'Unità è entrato nel 1997 al Corriere dove è diventato vicedirettore nel 2003.

"Nove mesi per mettere l'alter ego di de Bortoli, è un po' ironico, no?" commenta un osservatore vicino al mondo Rcs ricordando che l'uscita del direttore, fissata per oggi, è stata annunciata il 31 luglio scorso.

La lettura prevalente, tra le fonti interpellate, è comunque di una scelta fatta in autonomia da un Cda unanime a salvaguardia anche dell'indipendenza del Corriere, anche se qualcuno parla di "soluzione di transizione" o di "direzione tecnica". Alle 17,30 assemblea dei giornalisti per esprimere il loro gradimento.

De Bortoli lascia il suo giornale con un "rendiconto" che non fa sconti ai soci "troppi e litigiosi" né al premier, "caudillo, maleducato di talento". Più accorato e commosso il saluto ai colleghi ieri in Sala Albertini, dove ha rivendicato "l'orgoglio di aver fatto un bel giornale" in "anni difficili, a volte amari e drammatici, ma indimenticabili e appassionanti". "Lavorare al Corriere è un onore, io ne ho già nostalgia, e la conosco, perchè l'ho già provata", ha detto ancora riferendosi alla precedente direzione dal 1997 al 2003.

Il Cda di Rcs ha proceduto anche alla costituzione dei vari comitati. Quello strategico, che si dovrà occupare tra l'altro della cessione dei Libri a Mondadori, è composto dal presidente Maurizio Costa, dall'AD Pietro Scott Jovane, da Poalo Colonna e Tom Mockridge. Costa, Teresa Cremisi e Stefano Simontacchi i membri del comitato nomine.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia