Generali, per voto maggiorato non necessaria assemblea ad hoc - Galateri

giovedì 30 aprile 2015 13:41
 

TRIESTE, 30 aprile (Reuters) - L'eventuale introduzione del voto maggiorato in Generali non avverrà con un'assemblea convocata ad hoc sul tema ma verranno utilizzati gli appuntamenti già programmati durante l'anno.

Lo ha detto il presidente Gabriele Galateri non escludendo quindi che la novità, qualora fosse proposta dal consiglio, potrebbe essere portata all'attenzione dei soci nella prossima assemblea di bilancio.

"Il mio parere è che non si deve certamente fare un'assemblea ad hoc. Abbiamo delle assemblee programmate. C'è tutto il tempo", ha detto Galateri.

"E' un discorso che ha tante sfaccettature, molti investitori istituzionali hanno espresso pareri diversi. E' un discorso che va analizzato a fondo, giudicato nelle circostanze e va deciso dagli azionisti che sono i padroni delle società", ha aggiunto.

Galateri ha poi citato una lettera inviata da Larry Fink, Ceo di BlackRock, secondo azionista della compagnia, in cui chiede di ragionare sul lungo termine in contrasto con chi opera invece sul breve. "Ci sono tante modalità per farlo e quella del voto doppio è soltanto una. Credo sia un tema che vale la pena esaminare", ha aggiunto Galateri.

Il tema non prevede "comitati ad hoc" ma c'è "un comitato governance che valuterà le cose e un consiglio che ne discuterà", ha concluso.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia