Borsa MILANO poco mossa, Stm cede 12%, Fiat ancora debole

giovedì 30 aprile 2015 12:51
 

MILANO, 30 aprile (Reuters) - Piazza Affari ha azzerato il ribasso e, a metà seduta, muove intorno alla parità.

Alla vigilia del ponte dell'1 maggio, il mercato sembra prendersi una pausa dopo il rally dei mesi scorsi.

Intorno alle 12,35 l'indice FTSE Mib cede lo 0,07%, l'AllShare perde lo 0,1%. Volumi per un controvalore di 2,1 miliardi di euro. In Europa il benchmark FTSEurofirst lascia sul terreno lo 0,3% circa.

Tra i singoli titoli, STM perde circa il 12% sulla scia della pubblicazione dei risultati del primo trimestre, inferiori alle attese. Alcuni broker sottolineano che anche la guidance fornita per il secondo trimestre ha deluso le aspettative. Forti i volumi, oltre due volte quelli registrati mediamente in un'intera seduta.

Accelera GENERALI (+2,5%). Nel corso dell'assemblea il Ceo Mario Greco ha ribadito che la società è impegnata ad aumentare il ritorno per gli azionisti in termini di dividendo nei prossimi anni e che non vede per il 2015 svalutazioni di bilancio.

Positiva ENI (+0,58%), in sintonia con il settore oil&gas europeo.

Ancora in calo FIAT CHRYSLER (-3,2%), all'indomani dei risultati e della nuova chiamata del Ceo Sergio Marchionne a un consolidamento del settore auto.

Recuperano un po' di terreno i bancari. Nel listino principale solo MPS resta negativa. In evidenza MEDIOBANCA e POP EMILIA, con rialzi superiori al 2%.

Tonica anche LUXOTTICA.   Continua...