Amianto, G.Pesenti e altri 7 assolti per morte operai 'Franco Tosi'

giovedì 30 aprile 2015 12:45
 

MILANO, 30 aprile (Reuters) - Il tribunale di Milano ha assolto otto ex-manager della 'Franco Tosi' -- tra cui l'attuale presidente di Italcementi Giampiero Pesenti -- nel processo per la morte di diversi operai ammalatisi a causa dell'amianto dopo aver lavorato in fabbrica tra gli anni Settanta e Novanta.

La procura di Milano aveva chiesto per Pesenti, che è stato componente del comitato esecutivo della 'Franco Tosi' dal marzo del 1973 all'aprile del 1980, una condanna a sei anni di reclusione.

Le accuse a vario titolo per tutti gli imputati erano di omicidio colposo e lesioni colpose in relazione a una trentina di decessi per mesotelioma nell'impianto di turbine della 'Franco Tosi' a Legnano. Secondo i pm, gli ex dirigenti dell'azienda avrebbero violato le norme per la "prevenzione di infortuni sul lavoro e malattie professionali".

"Pesenti non meritava un'imputazione di questo genere", ha spiegato dopo il verdetto il suo legale, Giuseppe Bana. "Sono soddisfatto, dico solo questo per evitare polemiche in merito all'impostazione accusatoria".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia