Mediaset, occhi su riforma Rai, più timori da giganti Internet Usa-Confalonieri

mercoledì 29 aprile 2015 11:48
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Mediaset guarda con attenzione agli sviluppi sulla riforma Rai ma teme soprattutto la concorrenza dei giganti Usa presenti su Internet, come Google, Facebook, Amazon.

Lo ha messo in luce nel corso dell'assemblea di bilancio il presidente Fedele Confalonieri che da anni contesta "lo squilibrio competitivo insostenibile" con questi gruppi Usa.

Nessuna forte polemica, invece, con Sky, a differenza di quanto accaduto in altre precedenti assemblee.

La Rai è stata chiamata in causa oggi da Confalonieri a proposito del drastico abbassamento dei prezzi pubblicitari, scesi "per responsabilità non nostre".

Sulla riforma dell'emittente pubblico ha detto: "Una Rai competente e ben guidata è senz'altro qualcosa di positivo per il paese e anche per noi (...). Se si tratta di aumentare la vocazione di servizio pubblico noi siamo d'accordo. Le risorse sono già in gran parte pubbliche. Per la parte di presenza sul mercato della pubblicità è evidente che i comportamenti dovranno essere conseguenti".

Ma "la realtà concorrenziale che più ci preoccupa è un'altra", ed è "il peso potenzialmente schiacciante dei cosiddetti over the top, per non fare nomi Google, Facebook, Amazon". Il presidente ha messo in luce lo squilibrio nel trattatmento fiscale, l'assenza di vincoli sulla privacy e l'utilizzo di contenuti prodotti, a caro prezzo, da altri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia