Attesa mosse Vivendi premia Telecom e Mediaset, per Bernstein ha senso solo deal Premium

mercoledì 29 aprile 2015 09:56
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Avvio di seduta baldanzoso per Telecom Italia e Mediaset, sostenute dall'attesa per le mosse di Vivendi.

Da giorni al centro di indiscrezioni di stampa sulle mosse di Vincent Bollorè, il gruppo del Biscione anche oggi è partito con il turbo a Piazza Affari. Attorno alle 9,45, infatti, sale dell'1,27%, a 4,77 euro, dopo aver segnato un massimo di 4,8280 euro. Intensi gli scambi: sono passati di mano circa 5,9 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 15,9 milioni negli ultimi trenta giorni.

Icbpi cita indiscrezioni di stampa (MF) su un incontro tra Rupert Murdoch e Silvio Berlusconi per parlare dell'integrazione tra Sky Italia e Mediaset Premium. L'esistenza di negoziati tra i due gruppi erano stati anticipati da Reuters il 24 aprile scorso.

"Le indiscrezioni di stampa", si legge nel report di Icbpi, "tengono alto l'appeal speculativo di Mediaset, che, con una cessione a Sky, valorizzerebbe probabilmente nel miglior modo possibile le attività pay, a premio rispetto all'enterprise value di 819 milioni di euro riconosciuto in occasione della cessione dell'11,1% a Telefonica. L'esclusiva sui diritti Champions League per il triennio 2015-18 rappresenta un importante fattore positivo per Mediaset in un'eventuale trattativa. Gli ostacoli maggiori potrebbero arrivare dall'Antitrust", aggiunge Icbpi, "perché una situazione di sostanziale monopolio nella pay tv rischierebbe di penalizzare consumatori e fornitori di contenuti".

Bernstein si dice "profondamente scettica" riguardo a un'acquisizione di Mediaset da parte di Vivendi, mentre considera sensato un accordo su Premium per il gruppo francese. Secondo il broker, Vivendi potrebbe fare leva su poche sinergie al di fuori del business della pay tv, dovrebbe affrontare ostacoli seri di natura politica e regolatoria e dovrebbe sperare in una ripresa, tuttora incerta, dell'economia italiana.

Per quanto riguarda Telecom, il Corriere della Sera scrive di voci dalla Francia sul progetto di Bollorè di salire al 30% del capitale.

Il titolo del gruppo guidato da Marco Patuano registra i rumours con un balzo del 2,46%, a 1,0820 euro, dopo aver segnato un massimo di 1,087 euro. Scambi intensi: sono passati di mano circa 29 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 96,3 milioni negli ultimi trenta giorni.

"Le notizie", si legge in un commento di un broker italiano, "confermano la nostra view secondo cui è improbabile un interesse di Vivendi per Mediaset (mentre il gruppo francese punterebbe alla sola Premium)... Le ipotesi di combinazione con Sky, che creerebbero un consolidamento sul mercato, sarebbero positive per entrambi gli operatori".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia