Def, Camera dà via libera, chiede a governo di accantonare 1,6 mld

giovedì 23 aprile 2015 15:31
 

ROMA, 23 aprile (Reuters) - L'aula di Montecitorio ha approvato oggi la risoluzione della maggioranza che ratifica il Def, nella quale si chiede al governo di accantonare in via prudenziale gli 1,6 miliardi di euro che il documento ha individuato nel deficit tendenziale più basso di quello programmatico per quest'anno e da destinare a misure pro crescita.

La risoluzione ha ricevuto 328 sì e 159 no dalla Camera. In giornata è atteso il voto anche in Senato.

"La risoluzione impegna il governo a conseguire i saldi di finanza pubblica... utilizzando nel 2015 lo spazio di manovra rispetto all'andamento tendenziale dei conti pubblici, con riferimento alla componente di spesa per interessi, per rafforzare l'implementazione delle riforme strutturali già avviate, nel limite dell'obiettivo programmatico indicato, e disponendo, prudenzialmente e in attesa di registrare tale margine con la presentazione del disegno di legge di assestamento, l'accantonamento di corrispondenti risorse nel bilancio dello Stato", si legge nella risoluzione.

Il Def ha previsto che nel 2015 il deficit tenda al 2,5% in rapporto al Pil, mentre ha programmato di raggiungere il 2,6%, rendendo disponibile per interventi di politica economica la differenza pari a circa 1,6 miliardi.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia