Ue accusa Gazprom di abuso posizione dominante in Europa orientale

mercoledì 22 aprile 2015 12:48
 

BRUXELLES, 22 aprile (Reuters) - L'autorità antitrust dell'Ue ha accusato il gigante del gas russo Gazprom di abuso di posizione dominante in Polonia, Ungheria e altri sei paesi nell'Europa orientale dopo oltre due anni di indagine.

Secondo la Commissione Ue, la società avrebbe ostacolato la concorrenza transfrontaliera nella regione e caricato i prezzi in cinque paesi.

Accuse che Gazprom ha definito "infondate", aggiungendo di aspettarsi che il caso si risolva nell'ambito dell'accordo già raggiunto tra la Russia e l'Ue.

"Riteniamo che Gazprom possa aver costruito barriere artificiali per evitare che il gas passasse da certi paesi dell'Europa orientale ad altri, ostacolando la concorrenza transfrontaliera, spiega il commissario alla Concorrenza Margrethe Vestager in una nota.

"Mantenere separati i mercati nazionali del gas ha consentito a Gazprom di caricare i prezzi, che noi a questo punto consideriamo non equi".

La decisione del commissario di agire contro Gazprom, che ora ha 12 settimane per rispondere alle accuse, arriva dopo le accuse mosse una settimana fa contro Google per abuso di posizione dominante, dopo cinque anni di esitazione da parte del suo predecessore.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia