Delega Fiscale, governo vara tre decreti: limitato abuso diritto

martedì 21 aprile 2015 16:39
 

* Abuso del diritto, il governo esclude la rilevanza penale

* Nuovi passi avanti sulla fatturazione elettronica

* A giugno i decreti sul nuovo catasto e sui giochi d'azzardo

ROMA, 21 aprile (Reuters) - Via libera del governo ad altri tre decreti attuativi della delega fiscale, tra i quali la nuova disciplina sull'abuso del diritto.

"Lo scopo è delineare con certezza la condotta contestabile al contribuente e cioè fornire margini chiari entro cui operare, senza incorrere nella violazione involontaria delle norme fiscali", ha spiegato il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, al termine del Consiglio dei ministri.

L'abuso del diritto nasce da alcune sentenze della Cassazione e qualifica come illegittime le operazioni fatte solo per pagare meno tasse, senza quindi il supporto di una vera ragione economica extra-fiscale.

Il decreto limita i margini di contestazione ai casi in cui si configurino "vantaggi fiscali indebiti", pur nel rispetto formale della legge.

Padoan spiega che "l'onere della prova è a carico dell'amministrazione finanziaria. Il contribuente, invece, deve dimostrare il vantaggio extra-fiscale in vista del quale ha fatto l'operazione". Il regime sanzionatorio è di tipo amministrativo e non penale.

Il decreto fa chiarezza anche sul raddoppio dei termini di accertamento da quattro a otto anni, che scatta solo quando la denuncia all'autorità giudiziaria viene presentata entro la scadenza ordinaria: "Miglioriamo le condizioni di certezza in cui operano i contribuenti", dice Padoan.   Continua...