BORSE ASIA-PACIFICO - Indici positivi su sostengo dalla Cina, timori da Grecia

martedì 21 aprile 2015 09:23
 

INDICE                      ORE  9,15    VAR %   CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                   511,70       0,61    467,23
 TOKYO                       19.909,09    1,40    17.450,77
 HONG KONG                   27.805,31    2,62    23.605,04
 SINGAPORE                   3.514,95     0,33    3.365,15
 TAIWAN                      9.533,98     -0,20   9.307,26
 SEUL                        2.144,79     -0,09   1.915,59
 SHANGHAI COMP               4.294,31     1,83    3.234,68
 SYDNEY                      5.872,30     0,67    5.411,02
 MUMBAI                      27.826,34    -0,21   27.499,42
 
    21 aprile (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
in genere positive dopo che l'ultima mossa della banca centrale
di Pechino di sostegno all'economia ha dato forza all'azionario
globale, mentre l'euro soffre le crescenti preoccupazioni per il
rischio di un default del debito della Grecia.
    Intorno alle 8,55 italiane, l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo (oggi in
deciso rialzo), sale dello 0,4% circa.
    L'azionario cinese hanno recuperato terreno con gli
investitori che riprendono a guardare alle small cap 
dopo che una flessione dei titoli dei produttori di treni China
CNR e CSR Corp ha scoraggiato fiducia verso i titoli delle
infrastrutture.
    L'indice CSI300 guadagna oltre il 2%, mentre
l'indice della Borsa di Shanghai avanza dell'1,8%.
    Le azioni a Hong Kong sono salite incoraggiate dai segnali
di un maggiore afflusso di capitali cinesi verso i mercati del
centro finanziario, con l'indice Hang Seng in progresso
del 2,1 e l'indice Hong Kong China Enterprises che
viaggia attorno al 2% di rialzo.
    SYDNEY interrompe la striscia di due sedute negative
e chiude la seduta in rialzo dello 0,7% aiutato anche da un
rimbalzo nei prezzi del ferro. L'indice S&P/ASX 200 ha
guadagnato 39,2 punti restando ancora sotto la soglia dei 6.000
punti, a 5.872,3.
    SEUL termina praticamente invariata, con l'indice Kospi
 in flessione dello 0,09% interrompendo una serie di
sette sedute al rialzo e dopo che la valuta locale, lo won, ha
perso terreno sul dollaro riflettendo i timori sul destino della
Grecia che hanno anche pesato sull'euro.
    Mumbai chiude sui minimi da quasi quattro settimane in
flessione dello 0,24% e la rupia scende ai minimi da tre mesi e
mezzo per i timori legati a una tassazione con effetti
retroattivi.
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia