Ue, ok condizionato ad acquisizione asset Portogallo Oi da parte Altice

lunedì 20 aprile 2015 16:17
 

BRUXELLES, 20 aprile (Reuters) - L'autorità antitrust Ue ha approvato l'acquisizione di asset in Portogallo del brasiliano Grupo Oi da parte di Altice, operazione da 7,4 miliardi di euro, subordinando, però, il semaforo verde alla cessione degli attuali business di Altice nel paese lusitano.

Secondo Bruxelles, la società che sarebbe nata, in caso di approvazione senza condizioni, avrebbe rischiato di presentare una concentrazione eccessiva nella telefonia fissa, con l'effetto potenziale di un aumento dei prezzi.

Altice, che ha acquisito gli asset dal brasiliano Grupo Oi, ha due filiali in Portogallo, Cabovisao e ONI, e ha proposto di vendere entrambe, una mossa che è stata giudicata sufficiente dall'Ue.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia