Btp rimbalza dopo avvio difficile ma non recupera calo, timori Grecia

lunedì 20 aprile 2015 11:52
 

MILANO, 20 aprile (Reuters) - Dopo una partenza difficile
l'Italia, insieme agli altri periferici, recupera terreno, ma
riduce solo in minima parte il calo registrato la scorsa
settimana. 
    "La situazione resta difficile. Il movimento di perdita è
tutto dovuto alla Grecia" dice un trader. 
    La questione greca resta il cuore del problema delle
periferie della zona euro, come lo è stato la scorsa settimana,
quando il differenziale fra i decennali di riferimento italiano
e tedesco si è spinto fino ai massimi dallo scorso 7 gennaio, a
146 punti base, e il rendimento del Btp a 10 anni è risalito in
area 1,50%.
    "La questione greca resta il focus principale degli
operatori e lo sarà almeno fino all'Eurogruppo di venerdì" dice
Vincenzo Longo, strategist di Ig. 
    "Dalla Grecia non c'è da temere un contagio diretto per gli
altri paesi della zona euro, poiché l'esposizione del settore
privato è ormai piuttosto limitata rispetto agli anni passati,
quando è emerso il problema di Atene" osserva ancora Longo.
"Però è chiaro che l'uscita della Grecia dalla zona euro avrebbe
delle conseguenze e costituirebbe un precedente piuttosto
pesante per l'intera area".
    Ieri il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis ha
detto in un'intervista televisiva che se Atene dovesse lasciare
la zona euro, un effetto di contagio sarebbe inevitabile,
malgrado si pensi che la Bce abbia gli strumenti necessari per
cicatrizzare la ferita nel caso la Grecia venisse 'amputata'
.
    Esortando la Grecia ad avanzare una proposta con rapidità, 
nel fine settimana il presidente della Bce Mario Draghi ha detto
che la zona euro è meglio dotata oggi che in passato per far
fronte a una nuova crisi greca, ma ha tuttavia avvertito che se
la situazione dovesse peggiorare si entrerebbe in territori
inesplorati.
     Si sono chiusi ieri a Washington i lavori dello 'spring
meeting' di Fondo monetario internazionale e Banca mondiale. I
negoziati fra la Grecia e i creditori internazionali hanno visto
slancio restando però ancora lontani dall'obiettivo, come ha
detto il direttore del dipartimento europeo del Fondo monetario
internazionale Poul Thomsen al tedesco 'Handelsblatt', mettendo
in guardia dal sottovalutare i rischi associati a un'uscita di
Atene dalla zona euro: "Nessuno deve pensare che una Grexit
sarebbe senza problemi".         
   
    
 =============================== 11,45 ========================
 FUTURES BUND GIUGNO                  160,37   (+0,09)   
 FUTURES BTP GIUGNO                   138,96   (+0,32)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  102,006  (+0,042)  0,176%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 109,608  (+0,254)  1,432%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 151,903  (+0,703)  2,320%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          181         182
 BTP/BUND 2 ANNI                                 45          48
 BTP/BUND 10 ANNI                               136         138
 minimo                                       135,4       129,5
 massimo                                      141,2       146,3
 BTP/BUND 30 ANNI                               189         190
 BTP 10/2 ANNI                                125,6       126,1
 BTP 30/10 ANNI                                88,8        88,8
 ===============================================================
    - Sul sito
www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia