Btp Italia, oltre 45% ordini retail sotto 20.000 euro, tra istituzionali 58,8% banche

venerdì 17 aprile 2015 18:49
 

MILANO, 17 aprile (Reuters) - Poco meno della metà - oltre il 45% - degli ordini da parte degli investitori retail per il Btp Italia aprile 2023 risulta dell'importo inferiore ai 20.000 di euro, percentuale che sale a circa 75% se si condiderano i contratti fino ai 50.000 euro.

E' lo spaccato fornito da una nota del ministero dell'Economia dedicata al collocamento dell'ottava edizione dello strumento indicizzato all'inflazione nazionale a cedola minima 0,5% assegnato questa settimana per complessivi 9,379 miliardi di euro nei due giorni e mezzo dedicati al canale retail e nella mattinata di giovedì riservata agli istituzionali.

Oltre alla particolare 'polverizzazione' degli ordini 'retail' il comunicato del Tesoro mette l'accento su come "nel corso della Prima Fase [5,379 miliardi assegnati da lunedì 13 alle ore 14 del 15 aprile] si è registrata una quota del 'private banking' superiore rispetto a quella di investitori individuali (69 per cento rispetto al 31 per cento)".

Quanto alla seconda fase, le due ore del giovedì mattina dedicate agli istituzionali che si sono aggiudicati 4 miliardi al riparto, il ministero riferisce di una quota di circa 58,8% finita in portafoglio a banche e istituzioni finanziarie, contro circa 25% ad asset manager e 14% ad assicurazioni.

Sempre tra gli istituzionali, "preponderante" la quota degli investitori italiani, con una percentuale intorno a 88%, mentre tra gli internazionali vengono citati ordini da Svizzera, Regno Unito, Francia e "alcuni paesi asiatici".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia