Rai Way e EI Towers scendono dopo no Rai anche a eventuale nuova offerta

venerdì 17 aprile 2015 10:52
 

MILANO, 17 aprile (Reuters) - Rai Way e EI Towers in calo in borsa dopo il no della Rai anche a un'eventuale nuova offerta della società del gruppo Mediaset su una quota di minoranza della controllata.

Intorno alle 10,40 EI Towers scende dell'1,6% a 52,25 euro, Rai Way del 2,2% a 4,11 euro, in un mercato in calo dello 0,4%. In ribasso dell'1,3% Mediaset.

Il Cda dell'emittente pubblico ha messo in chiaro ieri in una nota che "non avrebbe aderito in alcuna misura" all'Opas di EI Towers, neanche a quella che abbassava la soglia minima di partecipazione al 40% dall'iniziale 67% a causa dell'intransigenza del governo a rinunciare al controllo di diritto della società, in mano alla Rai con il 65%.

Il prospetto dell'Opas è stato poi bocciato da Consob, ma non si escludeva, finora, la presentazione di una nuova offerta unicamente concentrata sulla conquista di una quota di minoranza (tra il 49% e il 40% del capitale) di Rai Way.

Esn/Banca Akros parla di "implicazioni negative" della notizia viste le aspettative di successo di una nuova offerta "rivista". Un altro broker sottolinea però che l'apertura della Rai a eventuali fusioni sia un segnale di apertura per possibili operazioni, anche con EI Towers, in futuro.

Nella nota diffusa ieri, Rai ribadisce l'appoggio la progetto industriale della controllata "basato sul rafforzamento della posizione di mercato di Rai Way, anche tramite opportunità di crescita esterna ed operazioni di fusione e acquisizione".

Quanto al no a EI Towers, Rai spiega che "considera strategica la propria partecipazione in Rai Way, anche in quanto correlata al soddisfacimento di bisogni di interesse generale, così come la permanenza della quotazione della società (...) e il mantenimento di un azionariato diffuso".

Ieri la Tv pubblica ha approvato il bilancio 2014 con un utile di 57,9 milioni da 5,3 milioni nel 2013 e con un indebitamento a 315 da 441 milioni.

  Continua...