Mps sta ricalcolando danno chiesto a Nomura per Alexandria dopo chiusura indagine

giovedì 16 aprile 2015 16:24
 

SIENA, 16 aprile (Reuters) - Banca Mps sta ricalcolando il danno che chiede a Nomura come risarcimento per l'operazione di ristrutturazione del derivato Alexandria dopo le evidenze emerse con l'avviso di chiusura indagini della Procura di Milano.

Lo ha detto il presidente di Mps Alessandro Profumo dicendo che in questa vicenda "è Nomura che deve essere preoccupata e sarà Nomura a dover risarcire il danno".

Profumo ha detto che "se c'è qualcuno che deve essere preoccupato è la nostra controparte per ciò che sta emergendo dall'avviso di chiusura indagini".

Il presidente della banca ha fatto riferimento agli atti dell'indagine secondo cui il funzionario di Nomura che ha effettuato allora la transazione avrebbe fatto pagamenti all'ex dirigente Mps con cui aveva fatto l'operazione.

"Quando ci sono questi fenomeni è bene che l'entità pagatrice si preoccupi in maniera consistente. Noi stiamo ricalcolando il danno che come Mps abbiamo avuto da questa transazione", ha aggiunto, nel corso dell'assemblea durante le risposte alle domande degli azionisti.

"Mi stupisco che queste domande vengano fatte in questa assemblea anziché nell'assemblea di Nomura, perché saranno loro a dover risarcire il danno", ha aggiunto.

Nomura oggi non ha fatto commenti. In precedenza la banca giapponese aveva negato ogni condotta scorretta e aveva dichiarato di aver sempre agito correttamente.

(Stefano Bernabei) (Silvia Aloisi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia