Mps si rivolge a Pm su ultimatum Bce per Nomura, rischio perdita 1 mld-stampa

giovedì 16 aprile 2015 08:46
 

MILANO, 16 aprile (Reuters) - La Bce ha chiesto a Mps di chiudere in anticipo l'operazione Alexandria con Nomura e questo potrebbe comportare per la banca una perdita lorda, agli attuali valori di mercato, di circa un miliardo di euro.

Lo dicono in una lettera alla procura di Milano, citata da diversi giornali, il presidente Alessandro Profumo e l'AD Fabrizio Viola che sottolineano che il termine fissato dalla Bce è il 26 luglio "a meno che non intervenga un provato impedimento legale nel futuro in conseguenza del provvedimento civile o dell'inchiesta penale in corso".

Venerdì scorso Mps ha comunicato di avere una esposizione verso Nomura superiore a un terzo del capitale.

L'imposizione della Bce è stata comunicata a Siena il 10 febbraio scorso insieme all'analisi del suo capital plan, scrivono i giornali.

Lo scorso settembre i magistrati della procura di Siena hanno rinviato tutta l'inchiesta sul derivato Alexandria sottoscritto fra Mps e Nomura alla procura di Milano.

Nessun commento da Mps. La Bce non è stata raggiungibile per un commento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia