EI Towers debole dopo no Consob a Opas Rai Way, per broker F2i possibile jolly

martedì 14 aprile 2015 11:56
 

MILANO, 14 aprile (Reuters) - EI Towers perde il 2% in borsa dopo che ieri sera Consob ha bocciato l'Opas su Rai Way , giudicando non più coerente il prospetto in esame con la rinuncia alla condizione che prevedeva il raggiungimento del controllo della società della Rai.

Un calo prevedibile che non si trasforma però in un crollo, anche perché il mercato ha ormai più volte dimostrato di credere a un processo di consolidamento nel settore delle torri che potrebbe magari trovare nuove formulazioni.

Intorno alle 11,30, in un mercato debole, la società del gruppo Mediaset cede l'1,8% a 52,25 euro dopo essere salita di quasi il 9% nelle ultime cinque sedute. Cede oltre 2% Mediaset. Modesto calo anche per Rai Way (-0,9% a 4,25 euro e +7% nelle ultime 5 sedute); nella norma i volumi.

Da ricordare che il settore beneficia in generale anche delle prossime importanti quotazioni di altre società del settore quali la controllate di Abertis e quella di Telecom.

Resta da capire cosa deciderà ora EI Towers. Equita, ad esempio, è convinta che semplicemente ripresenterà un nuovo prospetto, con la sola conseguenza di un allungamento dei tempi.

Mediobanca Securities invece scrive: "EI Towers deve trovare una nuova strada - che pensiamo possa essere quella giusta - per approcciare e realizzare questa integrazione". Una "briscola", scrive il broker, potrebbe essere l'intervento di F2i, che secondo il Sole sarebbe già stato contattato per un possibile investimento. "Lo Stato potrebbe così mantenere una quota di maggioranza nella newco", che non è una prioorità di Mediaset quanto l'integrazione, conclude il report.

"Il fondo potrebbe diventare un azionista di rifierimento, diluendo le quote dei due publishers (Rai e Mediaset) e quindi facilitando l'approvazione da parte dell'Antitrust e garantendo una sorta di controllo pubblico all'asset", rimarca Equita che sottolinea la necessità, per andare in questa direzione, di una chiara volontà politica.

Consob ha giudicato "improcedibile" l'istruttoria per l'approvazione del documento d'Opas di EI Towers perchè la modifica della condizione sulla soglia partecipativa (al 40% dal 66,67% di Rai Way) richiede la presentazione di una nuova e diversa operazione, che ne illustri le (nuove) motivazioni "con particolare riguardo all'ipotesi nella quale il progetto industriale di realizzazione di un operatore unico nazionale non venisse condiviso" dalla Rai, che di Rai Way ha il 65%.

Venerdì scorso, EI Towers aveva annunciato di potersi accontentare del 40% proprio nella speranza di ottenere il via libera della Commissione, che eccepiva sulla fattibilità dell'operazione vista la determinazione del governo a mantenere la società sotto controllo pubblico con almeno il 51%.   Continua...