BORSE EUROPA - FTSEurofirst 300 su max da 2000, aiuta calo euro

venerdì 10 aprile 2015 11:42
 

INDICI                        ORE 11,30  VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                   3796,87    0,4      3146,43
 FTSEUROFIRST300               1637,32    0,44     1368,52
 STOXX BANCHE                  220,39     0,13     188,77
 STOXX OIL&GAS                 331,44     0,2      284,47
 STOXX ASSICURAZIONI           306,75     0,67     250,55
 STOXX AUTO                    668,6      0,79     501,31
 STOXX TLC                     373,97     0,03     320,05
 STOXX TECH                    367,71     0,65     312,18
 
    PARIGI, 10 aprile (Reuters) - L'indice paneuropeo
FTSEurofirst 300 è sui massimi degli ultimi 15 anni a
metà seduta, sostenuto dalla debolezza dell'euro sceso a nuovi
minimi su dollaro.
    Alle 11,30 italiane l'FTSEurofirst 300 sale dello
0,44% a 1.637,32 punti, portando il suo progresso da inizio anno
al 20%.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 galleggia sotto i massimi toccati in marzo (+0,27%),
il Dax tedesco segna un nuovo livello record con un
rialzo dell'1%, mentre il francese CAC 40 sale dello
0,2%, portandosi sul massimo dal 2008.
    Il calo della divisa unica nell'ultimo anno è considerato
favorevole alla ripresa dell'area euro e dei profitti delle
società della regione.
    L'euro ha toccato quota 1,0637 dollari ieri, minimo dal 19
marzo. Nella settimana ha perso il 2,7% sul biglietto
verde. 
    "Il focus è nuovamente sul forex. In particolare la salita
del dollaro, che pure è un'ottima notizia per i profitti
europei, potrebbe avere un impatto negativo significativo sui
risultati Usa", commenta Naeem Aslam, chief market analyst di
AvaTrade, a Dublino.
    Gli strategist valutano che un calo del 10% del valore
dell'euro rispetto ad un basket di altre valute si possa
tradurre in un aumento dei profitti in Europa del 6-8%. Con la
moneta unica in ribasso del 16% rispetto alle altre divise, la
stima è di un rafforzamento dei profitti del 10-13%.
 
    Un dato che stride con il deterioramento delle previsioni
sugli utili oltreoceano, in calo del 2,8% rispetto ad un anno fa
a causa della forza del dollaro. 
    Tra i titoli in evidenza oggi si segnala Carrefour 
che avanza del 2,7% dopo vendite trimestrali migliori delle
attese, sostenute dalla crescita sul mercato latinoamericano e
su quello domestico. 
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia