Pirelli, accordo con ChemChina blindato in caso di contro Opa - CEO

giovedì 9 aprile 2015 17:06
 

ROMA, 9 aprile (Reuters) - L'accordo che porterà ChemChina ad acquisire la maggioranza di Pirelli è "blindato" anche in caso di contro Opa.

Lo dice il presidente e CEO del gruppo italiano, Marco Tronchetti Provera, nel corso di un'audizione in Senato sull'operazione.

"Può sempre arrivare una contro Opa, abbiamo condizioni blindate, tutto è protetto, c'è la volontà di stare insieme", dice il manager avvertendo che una marcia indietro comporterebbe il versamento ai cinesi di una penale pari a 100 milioni.

A fine marzo è circolata nelle sale operative l'ipotesi di una possibile contro Opa della giapponese Bridgestone.

Tronchetti Provera, allora come oggi, ribadisce che in passato integrazioni tra gruppi del settore hanno avuto esiti fallimentari per troppe sovrapposizioni e le perdite di valore.

Illustrando i termini dell'intesa, Tronchetti dice che "l'impegno è riportare Pirelli in Borsa entro 4 anni, riportarla in Italia se le condizioni ci saranno".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia