Mid Industry, accordo Palladio con azionisti per possibile Opa

giovedì 9 aprile 2015 14:22
 

9 aprile (Reuters) - Vei Capital, controllata da Palladio Finanziaria, ha sottoscritto un accordo con alcuni azionisti di Mid industry, che rappresentano circa il 35% del capitale della società, per la possibile acquisizione di una partecipazione di controllo della società attraverso la promozione di un'offerta pubblica di acquisto totalitaria.

L'accordo - spiega una nota di Vei Capital - prevede l'impegno da parte delle parti ad apportare la totalità delle azioni detenute in adesione all'offerta che Vei dovesse promuovere entro il 15 maggio.

L'eventuale Opa sarà lanciata al prezzo di 6,5 euro in contanti per azione più il diritto a ricevere un ulteriore importo di denaro da determinarsi in funzione della liberazione del 'fondo di garanzia' costituito a bilancio da parte della società a seguito della cessione della partecipata Nadella per 3,896 milioni.

L'offerta sarà condizionata al raggiungimento di una soglia minima di adesioni pari ad almeno il 51% del capitale sociale, condizione però rinunciabile da parte di Vei, e al fatto che, entro il giorno precedente la comunicazione dei risultati dell'offerta, si dimetta almeno la metà degli amministratori.

Palladio Finanziaria detiene già il 6,977% di Mid Industry. Gli altri azionisti aderenti all'accordo - che la nota definisce come patto parasociale - sono Hdi Spa, Teckel Spa, Invesges srl, Simon Fiduciaria Spa, Arbus srl, Myrta Mazza Lodi, Giorgio Lodi e Marina Lodi.

Il maggiore azionista di Mid Industry è attualmente First Capital, con una partecipazione del 25,7% secondo il sito Consob.

Il titolo era stato sospeso dalle contrattazioni dopo aver messo a segno un rialzo del 9,84% a 7,145 euro, sulla scia di indiscrezioni stampa odierne. Borsa Italiana comunica che il titolo sarà in pre-asta fino alle 15.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su   Continua...