Exor, utile netto attribuibile Cushman & Wakefield +33% in 2014

giovedì 12 marzo 2015 18:14
 

MILANO, 12 marzo (Reuters) - Cushman & Wakefield, controllata Exor, ha chiuso il 2014 con utile netto attribuibile ai soci della controllante a 61,6 milioni di dollari in rialzo del 33,3% rispetto al 2013, secondo i criteri contabili statunitensi US Gaap.

Lo comunica Exor, aggiungendo che l'Ebitda rettificato si attesta a 175,4 milioni, +21%, i ricavi lordi a 2,849 miliardi di dollari in rialzo del 14%.

Secondo i criteri contabili Ifrs, l'Ebitda sale a 171 milioni da 130,1 milioni di dollari, l'utile netto attribuibile si attesta a 56,3 da 34 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia