PUNTO 2-Wind lancia bond variabile e riapertura tasso fisso 2020 - Ifr

giovedì 12 marzo 2015 17:05
 

(Riscrive con nuovi dettagli)

LONDRA/MILANO, 12 marzo (Reuters) - Wind ha lanciato oggi un nuovo bond a tasso variabile a cinque anni, callable dopo il secondo anno, e la riapertura dell'obbligazione al 2020 a tasso fisso, cedola 4%, nell'ambito del piano di rifinanziamento post vendita torri.

Secondo quanto riferisce il servizio Ifr di Thomson Reuters, l'importo delle due tranche è stato incrementato a 775 milioni di euro, 175 milioni in più rispetto alla cifra complessiva imprevista prevista (600 milioni); contemporaneamente è stato ridotto da 800 a 700 milioni, l'importo dei nuovi prestiti del gruppo telefonico.

La settimana scorsa Wind aveva annunciato l'intenzione di raccogliere 1,4 miliardi di nuovo debito (indicativamente suddivisi in 800 milioni di prestiti e 600 milioni di obbligazioni senior secured) con l'obiettivo di rifinanziare l'indebitamento esistente. I 75 milioni raccolti in più tramite l'operazione odierna verranno utilizzati per future esigenze di rifinanziamento.

Il debito complessivo di Wind si aggira complessivamente sui 10 miliardi di euro.

A inizio marzo la società ha concordato la cessione del 90% del proprio business delle torri di trasmissione ad Abertis per 693 milioni, che verranno utilizzati per il rimborso del debito. Di tale cifra, Wind vuole utilizzare 500 milioni per il rimborso dei prestiti e il resto per il riacquisto di una fetta dell'emissione senior al 2021 (composta da una tranche in euro da 1,75 miliardi, cedola 7%, e da una dollari da 2,8 miliardi 7,375%) al prezzo di 103.

GUIDANCE INVARIATE

Restano per ora invariate le guidance per le due emissioni odierne: il bond a tasso variabile sarà prezzato in area 425 punti base sopra l'Euribor mentre la riapertura del tasso fisso tra 101 e 101,5.   Continua...