12 marzo 2015 / 08:49 / 2 anni fa

PUNTO 2-Snam, utile 2014 +30,6%, cedola a 0,25 euro, investimenti per 5,1 mld

* Previsto dividendo a 0,25 euro anche per il 2015

* Piano punta a valorizzare asset europei Tag e Tigf

* Italgas, prorogato commissariamento per altri sei mesi (Riscrive aggiungendo dettagli)

di Giancarlo Navach

MILANO/SAN DONATO, 12 marzo (Reuters) - Snam chiude il 2014 con un utile netto di 1,198 miliardi di euro, in crescita del 30,6%, un Ebitda che scende dell'1% a 2,776 miliardi, annunciando un piano di investimenti di 5,1 miliardi in Italia al 2018 volto a incrementare la sicurezza degli approvvigionamenti di gas rispetto ai 6 miliardi del piano precedente.

Confermato il dividendo sul 2014 di 0,25 euro per azione, così come quello relativo al bilancio 2015 che sarà di pari importo.

"Entriamo in un periodo di incertezza a seguito della revisione del piano regolatorio nel 2016, quindi non vediamo appropriato fornire una politica dei dividendi a più lungo termine, anche se mi attendo un approccio 'fair' da parte del regolatore nel fissare le tariffe", ha così motivato l'Ad, Carlo Malacarne, l'annuncio sulla politica dei dividendi della società solo per quest'anno.

I risultati del 2014 sono sostanzialmente in linea con le attese, mentre il capex è inferiore alle previsioni degli analisti che erano intorno a 5,5-5,6 miliardi. Il titolo ha chiuso la seduta poco mosso.

Il gas immesso nella rete è stato pari a 62,28 miliardi di metri cubi (-9,7%). La flessione è attribuibile principalmente alla riduzione della domanda di gas naturale in Italia (-11,6% rispetto al 2013).

L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2014 ammonta a 13.652 milioni (13.326 milioni al 31 dicembre 2013). E per la fine dell'anno è atteso intorno a 13,8-9 miliardi.

Quanto alla controllata Italgas, commissariata dallo scorso 11 luglio, il Tribunale di Palermo ha disposto la proroga della misura di prevenzione per altri sei mesi, mentre il giudice delegato ha confermato il nulla osta al consolidamento di Italgas nel bilancio del gruppo.

Il piano prevede 1,3 miliardi di investimenti quest'anno per incrementare la sicurezza degli approvvigionamenti e la flessibilità del sistema, ma anche per favorire il transito di flussi di gas verso i mercati europei.

E proprio a livello europeo Snam punta a valorizzare gli asset internazionali lungo i corridoi energetici Sud-Nord ed Est-Ovest sia attraverso la partecipazione detenuta in Tigf, la rete che collega la Francia con la penisola Iberica, sia con la recente acquizione del gasdotto Tag dal quale passa il gas russo. E relativamente a questa infrastruttura, Malacarne ha sottolineato che non è "un rischio, ma un'opportunità. Tag sarò molto strategico nella connessione fra i paesi dell'Est e del Centro Europa ed è difficile che con il reverse flow Tag nel futuro diventi un tubo vuoto".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below