Creval, quorum un decimo soci per delibera incorporazione in altra società

martedì 10 marzo 2015 17:12
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Un'eventuale fusione per incorporazione del Credito Valtellinese in altra società avrà bisogno di un quorum deliberativo rafforzato, pari a un decimo dei soci aventi diritto al voto.

E' quanto si apprende dalla relazione del Cda sulle materie all'ordine del giorno dell'assemblea ordinaria e straordinaria convocata per il 10 e 11 aprile prossimo.

In sede straordinaria, i soci saranno chiamati a modificare alcuni articoli dello statuto.

In particolare la nuova formulazione dell'articolo 26 precisa che la previsione relativa al quorum di un decimo dei soci aventi diritto al voto si appplica per le delibere che comportano la "trasformazione o la fusione per incorporazione della società in altre società non appartenenti al gruppo".

Nello statuto vigente il riferimento, per l'applicazione di questo quorum, era a delibere riguardanti più genericamente la "trasformazione o la fusione della società, con esclusione delle fusioni con altre società del gruppo".

In sede ordinaria l'assemblea di Creval è chiamata a deliberare sul bilancio 2014 e, tra gli altri punti all'ordine del giorno, sulla copertura attraverso le riserve disponibile delle poste negative di patrimonio netto derivanti dalla fusione di Mediocreval in Creval.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia