Borsa Milano in calo, tonica Finmeccanica, giù Cnh Industrial

martedì 10 marzo 2015 12:14
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - A metà seduta Piazza Affari cede circa mezzo punto percentuale, in sintonia con le altre borse europee.

Nonostante l'avvio del QE della Bce, gli investitori trovano poche ragioni per comprare. Inoltre le preoccupazioni per la situazione in Grecia e i deboli dati cinesi influiscono negativamente sul sentiment degli investitori.

Intorno alle 12,05 l'indice FTSE Mib è in calo dello 0,59%, l'Allshare perde lo 0,57%. Volumi per un controvalore di 1,24 miliardi di euro. In Europa, l'indice FTSEurofirst segna -0,35%.

CAMPARI guadagna circa il 2% sulla scia della trimestrale. "Sono risultati in linea con le mie stime tranne l'utile netto, che è migliore per effetto di una tassazione più favorevole, e il debito, grazie ad una maggiore generazione di cassa", ha commentato a caldo un analista.

In evidenza PIRELLI, tra i migliori titoli del listino principale con un rialzo del 2,1%.

YOOX (+2,4%) guida i rialzi del FTSE Mib.

Tonica anche FINMECCANICA.

In rialzo del 2,1% STM. Citigroup ha rivisto al rialzo il target price portandolo a 9,5 da 7,5 euro.

Peggiora invece il comparto bancario, con gran parte degli istituti di credito ormai passati in territorio negativo. Si mantengono in rialzo solo BPER e POP MILANO. MPS perde invece il 2%, seguita da UBI, in ribasso dell'1,4%.   Continua...