Borsa Milano positiva con banche e petroliferi, balza Saipem

lunedì 9 marzo 2015 18:01
 

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Piazza Affari chiude la seduta in rialzo registrando la migliore performance tra le borse europee grazie agli acquisti sui titoli bancari e petroliferi.

Gli investitori si concentrano su alcuni temi specifici mentre l'avvio del Qe delle Bce, già scontato dal mercato, ha scarso impatto sulla giornate odierna.

"Ovviamente era tutto atteso", commenta un trader relativamente al piano di acquisti di titoli pubblici da parte della Banca centrale europeo per un totale di 60 miliardi di acquisti al mese sul mercato secondario fino a settembre 2016, e comunque fino a quando l'inflazione non si riporterà verso il target inferiore ma vicino al 2%.

"I mercati sono cauti per l'evoluzione della situazione in Grecia", mentre sulla borsa milanese "si spinge su banche e petroliferi", aggiunge l'operatore citando in un caso un report di Goldman Sachs che si concentra sul consolidamento tra le popolari e nell'altro il rimbalzo delle quotazioni petrolifere.

L'indice FTSE Mib termina in rialzo dello 0,57% e l'Allshare dello 0,56%. Volumi a circa 3,5 miliardi di euro.

L'indice europeo FTSEurofirst cala dello 0,26%.

Sul listino milanese in evidenza, tra i bancari, POP EMILIA (+3,65%) e POP MILANO (+1,73%), promosse da Goldman Sachs a 'buy' in quanto potenzialmente le maggiori beneficiarie dell'atteso processo di consolidamento innescato dalla riforma sulla trasformazione in Spa.

Al contrario BANCO POPOLARE cede lo 0,58% dopo che Goldman ha rivisto il giudizio a "neutral" da "buy", ritenendo che il potenziale di valore della banca in uno scenario di M&A sia invece più limitato.

Ancora interesse su MPS (+1,6%) in attesa dell'aumento di capitale e dopo la pulizia di bilancio con i conti 2014.   Continua...