Cir, perdita 2014 per oneri non ricorrenti, vede ritorno a utile in 2015

lunedì 9 marzo 2015 12:44
 

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Il gruppo Cir ha chiuso il 2014 con una perdita netta di 23,4 milioni di euro, interamente dovuta a oneri non ricorrenti per 35,4 milioni legati al riacquisto di bond e alla svalutazione di crediti non perfoming in portafoglio.

In considerazione del risultato, che si confronta con una perdita di 269,2 milioni nel 2013, il Cda ha deciso di non proporre la distribuzione di un dividendo, spiega una nota.

Senza gli oneri non ricorrenti, il risultato è positivo per 12 milioni.

L'ebitda si è attestato a 196,8 milioni con una crescita del 4,1%, mentre i ricavi sono sostanzialmente stabili (-0,4%) a 2,4 miliardi.

Per il 2015 il gruppo si attende un ritorno all'utile "fatti salvi eventi di natura straordinaria al momento non prevedibili".

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia