Carige, Fondazione al 3% capitale dopo cessione a Malacalza

venerdì 6 marzo 2015 17:11
 

MILANO, 6 marzo (Reuters) - Fondazione Carige detiene oggi il 13,56% di Banca Carige,, partecipazione che scende al 3% circa quando sarà efficace il trasferimento della quota del 10,5% della banca a Malacalza Investimenti.

E' quanto emerge dall'estratto del patto parasociale siglato tra l'ente e Malacalza nell'ambito dell'accordo preliminare sulla cessione del pacchetto azionario dello scorso 1 marzo.

Il contratto è infatti subordinato all'ottenimento, entro il 5 maggio, delle autorizzazioni del Mef e della Banca d'Italia ed è previsto che possa perferzionarsi all'inizio del prossimo trimestre.

Dell'attuale quota del 13,56% detenuta dalla Fondazione, il 7,038% è detenuto da Mediobanca a titoli di prestito con diritto di voto, mentre ad oggi "Malacalza non è titolare di alcuna partecipazione in Banca Carige" specifica l'estratto pubblicato oggi.

Nel comunicato di domenica sera sull'accordo di vendita la Fondazione aveva dichiarato di avere una residua partecipazione del 4,8% di Carige, considerata anche la cessione a Malacalza.

Tale quota è stata dunque ulteriormente allegerita nelle ultime sedute con vendite effettuate sul mercato approfittando del forte andamento del titolo in borsa.

Nei giorni scorsi in alcune dichiarazioni alla stampa il presidente della Fondazione Paolo Momigliano ha detto che l'ente potrebbe scendere fino allo 0,5% pre-aumento di capitale di Carige.

Il patto parasociale attribuisce alla Fondazione il diritto di designare un amministratore nell'ambito della lista di candidati che potrà essere presentata da Malacalza Investimenti secondo l'attuale statuto della banca e prevede "obblighi di preventiva consultazione su decisioen di rilevanza strategica dell'assemblea e del consiglio di amministrazione di Banca Carige".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia