BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in lieve rialzo, occhi su occupati Usa

venerdì 6 marzo 2015 08:44
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        484,94     0,31       467,23
 TOKYO                         18.971,00     1,17    17.450,77
 HONG KONG                     24.142,32    -0,21    23.605,04
 SINGAPORE                      3.421,00     0,76     3.365,15
 TAIWAN                         9.645,77     0,53     9.307,26
 SEUL                           2.012,94     0,73     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.241,24    -0,22     3.234,68
 SYDNEY                         5.898,86    -0,09     5.411,02
 MUMBAI                        29.448,95     0,23    27.499,42
 
   6 marzo (Reuters) - I mercati asiatici oggi sono in leggero aumento, in un
clima di cautela in attesa dei dati Usa sul lavoro che potrebbero accrescere le
possibilità di un aumento dei tassi di interesse americani. Ieri intanto la Bce
ha ufficializzato che inizierà ad acquistare titoli di Stato nell'ambito del
'quantitative easing' lunedì prossimo.
    L'indice principale MSCI della regione, che non include la
borsa di Tokyo, guadagna lo 0,31% alle 8,30 ora italiana. L'indice giapponese
Nikkei ha chiuso a +1,2%, nuovo massimo da 15 anni.
    Gli analisti sentiti da Reuters si aspettano che gli occupati Usa siano
aumentati di 240.000 unità il mese scorso e che il tasso di disoccupazione si
sia ridotto di 0,1 punti percentuali al 5,6%.
    Ieri i mercati europei hanno raggiunto il livello più alto da oltre sette
anni chiudendo a +0,8%, spinti dai commenti incoraggianti della Banca centrale
europea e dai forti risultati di Carrefour.
    Il presidente della Bce Mario Draghi ha detto che il programma 'qe' potrebbe
andare oltre settembre 2016 se fosse necessario. L'organismo ha anche alzato le
sue stime di crescita economica per quest'anno e il prossimo.
    SHANGHAI ha chiuso in leggero calo, terminando la settimana a -2,1%,
dopo che il premier cinese Li Keqiang ha definito il rallentamento della
crescita "la nuova normalità" e ha annunciato un obiettivo di crescita intorno
al 7% per il 2015 a fronte del 7,4% registrato lo scorso anno.
    In leggero calo HONG KONG. PRADA guadagna il 4,2%.
    SEUL ha chiuso ai massimi da 5 mesi una seduta in cui gli
investitori stranieri hanno fatto incetta di azioni in vista dell'avvio del
programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Bce.
    TAIWAN ha chiuso in rialzo dello 0,5%, viaggia in territorio
positivo SINGAPORE.
    Positiva MUMBAI, spinta dai titoli legati ai beni di consumo e del
settore sanitario.
    Chiusura in territorio negativo per SYDNEY, che ha registrato la
peggiore performance settimanale da metà gennaio. In finale di seduta un
rimbalzo dei finanziari e degli immobiliari ha contribuito a limitare il calo
della borsa australiana, zavorrata da titoli dei settori materie prime ed
energia. 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia