Wall Street - Stocks to watch del 4 marzo

mercoledì 4 marzo 2015 14:03
 

4 marzo (Reuters) - I futures sugli indici di Wall Street
indicano un avvio in calo per l'azionario Usa che potrebbe così
proseguire la correzione avviata ieri dagli ultimi massimi, in
attesa dell'importante dato sugli occupati del settore privato.
    L'aggiornamento sul mercato del lavoro a cura di Adp è
seguito con particolare attenzione dagli investitori in quanto
anticipa quello più complessivo degli occupati non agricoli. 
    In questa fase il dato potrà assumere inoltre un rilievo
maggiore del solito in quando servirà al mercato per calibrare
le attese rispetto ai tempi di un rialzo dei tassi da parte
della Fed, che potrebbe avvenire già a metà anno.
    L'agenda macro odierna include inoltre l'Ism non
manifatturiero di febbraio, e il Pmi finale composito e sui
servizi, a cura di Markit,   
    Attrno alle 14,00 italiane, il futures sullo S&P 500 
è in calo dello 0,29% il derivato sul Nasdaq dello 0,26%
e quello su Dow Jones arretra dello 0,25%
   Il mercato obbligazionario è poco mosso: il benchmark
decennale guadagna 1/32 e rende il 2,115%. 
               
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    ABERCROMBIE & FITCH ha annunciato un calo di un
terzo dell'utile trimestrale appesantito dalla scarsa domanda e
dalla forza del dollaro. Il gruppo di abbigliamento casual per i
giovani ha riportato nel quarto trimestre un utile netto di 44,4
milioni, 63 centesimi per azione, da 66,1 milloni, pari a 85
centesimi dell'anno precedente.
     
    SMITH & WESSON HOLDING ha rivisto al rialzo le
stime di vendita per l'anno a 532-536 milioni di euro e ha
annunciato utili e vendite per il terzo trimestre migliori delle
attese.
    
    TIVO ha riportato ieri a borsa chiusa risultati di
utili e vendite trimestrali migliori delle previsioni. Il titolo
è in deciso rialzo nelle contrattazioni dl preborsa. 
     
    APPLE sta negoziando un accordo con A123 Systems,
per risolvere una causa legale intentata dal produttore di
batterie per auto elettriche che ha accusato il gruppo di
Cupertino di aver sottratto al suo organico ingegneri senior con
lo scopo di creare una divisione che si occupa di batterie. Lo
rivelano alcuni documenti depositati in un tribunale del
Massachusetts.
    
    UNITED AIRLINES pensa di ricorrere alla propria
liquidità, di circa 4,4 miliardi di dollari alla fine del 2014,
per finanziare parzialmente l'acquisto di nuovi aeromobili senza
dipendere dai finanziamenti, ha detto a Reuters il Cfo della
compagnia aerea John Rainey.
    
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia