Acea, in piano maggio indicazioni crescita linee esterne - AD

mercoledì 4 marzo 2015 12:25
 

MILANO, 4 marzo (Reuters) - Il momento attuale è favorevole per le aggregazioni, anche per la multiutility romana Acea , ma dipende molto dai comuni che devono decidere di alienare le quote. Il piano industriale che sarà presentato a maggio conterà indicazioni sulla crescita per linee esterne.

Lo dice Alberto Irace, AD di Acea, parlando a margine del convegno sulle utility organizzato da Agici Accenture.

"Siamo in una fase di riflessione in vista del piano industriale che presenteremo a maggio. In quella sede ci saranno delle indicazioni", ha detto il manager che, tuttavia, evidenzia come sono i comuni che devono decidere di vendere le loro quote. E la legge di stabilità prevede incentivi per gli enti locali che andranno verso quella direzione. Entro marzo i comuni devono presentare un piano specifico al fine di ottenere questi benefici.

"La spinta del governo, più che alle aziende quotate, che sono ovviamente interessate a valutare le opportunità e lo faremo se si profileranno, va rivolta soprattutto a chi ha il controllo di queste aziende, quindi non è tanto la volontà nostra, ma si tratta di questioni che riguardano gli azionisti" dice l'AD di Acea. "Sicuramente questa è una opportunità, il momento storico è favorevole e ci sono tutte le condizioni".

Irace ipotizza che le aggregazioni di Acea possano avvenire su base territoriale per prossimità. I razionali economici ci sono tutti. E sicuramente nel piano sarà posto il tema della crescita anche per linee esterne".

Acea "è presente oltre che nel Lazio, dove possiamo crescere ancora, in Toscana, in Umbria e in Campania".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...