Carige, Malacalza non esclude salita fino a 24% - V.Malacalza a Stampa

lunedì 2 marzo 2015 07:36
 

MILANO, 2 marzo (Reuters) - Vittorio Malacalza, fresco primo azionista di Banca Carige con il 10,5%, non esclude di poter salire fino al 24% ma lascia le porte aperte all'ingresso di nuovi azionisti nella banca.

"E' una possibilità. Tempo al tempo, adesso siamo qui per fare la nostra parte con serietà e disponibilità. Vogliamo giocare un ruolo, ma siamo pronti a fare i secondi azionisti, nel caso. O i terzi", dice Malacalza in un'intervista a La Stampa.

Ieri Fondazione Carige e Malacalza Investimenti hanno annunciato un accordo per la cessione del 10,5% da parte dell'ente. Il prezzo è di 66,2 milioni di euro, pari a 0,062 euro per azione.

Malacalza parteciperà al prossimo aumento di capitale di Banca Carige fino a 700 milioni reso necessario dopo la bocciatura al "comprehensive assessment" della Bce e si riserva di valutare per ciò che riguarda l'eventuale inoptato. "Poi vedremo l'inoptato", dice.

E sulla possibilità di nuovi soci, spiega che l'operazione annunciata ieri "non è un'operazione contro ma un'operazione a favore".

"E' un'operazione inclusiva", aggiunge, "e se qualcuno volesse essere della partita noi non abbiamo preclusioni, ma non abbiamo paura di restare da soli, anzi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia