PUNTO 1-Ex sede UniCredit, stop procedura, in campo nuovi soggetti - fonti

venerdì 27 febbraio 2015 18:52
 

(Aggiunge posizione UniCredit, terza fonte)

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - IDeA Fimit ha deciso di interrompere la procedura per la cessione di Palazzo Broggi, ex sede di UniCredit, e di avviare negoziati bilaterali con i soggetti interessanti.

E' quanto riferiscono due fonti vicine al negoziato.

"IDeA Fimit ha ritenuto non adeguate le offerte vincolanti", dice una delle fonti.

Secondo la fonte, le cordate Prelios -London & Regional Properties e Hines Italia Sgr-Adia (Abu Dhabi Investment Authority) hanno hanno messo sul piatto circa 300 milioni di euro, abbassando sensibilmente le cifre proposte in sede di offerte non vincolanti, che oscillavano attorno ai 350-360 milioni.

Di conseguenza, come conferma la seconda fonte, IDeA Fimit, affiancata dall'advisor Cbre, ha deciso di "avviare negoziati bilaterali per arrivare a un prezzo vicino alle indicazioni precedenti".

Torna in campo, dunque, Blackstone, che settimane fa aveva fatto un passo indietro. Ma, soprattutto, sottolineano le fonti, alla finestra ci sono nuovi soggetti, interessati a Palazzo Broggi. In particolare, si parla di "fondi asiatici e mediorientali", secondo una delle fonti.

L'obiettivo è chiudere la cessione "nell'arco di qualche settimana". In assenza di un'offerta adeguata, dice una fonte, IDeA manterrà Palazzo Broggi in portafoglio.

La cessione dell'immobile ha sofferto a causa di alcune nebulosità nella procedura, di cui si è lamentato oggi l'AD di Hines Italia, Manfredi Catella.   Continua...