PUNTO 1-Parmalat guarda a crescita, interesse ma no offerta per Mukki - Guerin

venerdì 27 febbraio 2015 18:30
 

(Aggiunge dettagli su assemblea, richieste creditori tardivi)

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Parmalat, dopo le numerose acquisizioni realizzate nell'ultimo anno, continuerà a guardare alle opportunità di crescita per linee esterne sia in Italia che all'estero.

A dirlo è il direttore generale Yvon Guerin, a margine dell'assemblea straordinaria che ha approvato la proroga di cinque anni, al marzo 2020, del termine per la sottoscrizione dell'aumento di capitale sociale riservato ai creditori opponenti e tardivi.

"Continuiamo a guardare a operazioni di crescita esterna", ha spiegato Guerin. "Vogliamo crescere in tutti i paesi, inclusa l'Italia", ha aggiunto.

Il direttore generale ha aggiunto che la società non ha presentato offerte per Mukki, la centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno, perchè non c'è ancora "un processo ufficiale" di vendita. "Siamo interessati", ha aggiunto.

Guerin ha inoltre spiegato che la discesa dei prezzi del latte ha un "effetto quasi nullo" su Parmalat. E non vede nessun impatto nemmeno dalla svalutazione della moneta in Venezuela.

L'assemblea straordinaria di oggi, oltre alla proroga del termine dell'aumento di capitale, ha conferito al Cda la delega per l'esecuzione dell'aumento e per regolare l'assegnazione dei warrant successivamente all'1 gennaio 2016.

In assemblea era presente l'89,36% del capitale sociale. Lactalis si è presentata con l'85,7%.

Secondo la presidente Gabriella Chersicla ci sono ancora 54 cause pendenti promosse da creditori tardivi, per una richiesta complessiva di circa 352 milioni in valore nominale.   Continua...