EI Towers/Rai Way, stop governo fa luce su rischi consolidamento Italia-Fitch

giovedì 26 febbraio 2015 17:40
 

LONDRA, 26 febbraio (Reuters) - Lo stop del Governo alla proposta di acquisizione di Rai Way da parte di EI Towers ha messo in luce il rischio di un consolidamento nel settore delle torri di trasmissione in Italia.

EI Towers ha già segnalato il proprio interesse a potenziali operazioni e ha pubblicamente stabilito un target di rapporto tra debito netto ed ebitda di medio-lungo termine pari a 2,5 volte, rispetto all'attuale livello inferiore a 1.

Fitch valuterà l'aumento della leva indotto da un'operazione di M&A tenendo conto del fatto che una transazione migliori o rafforzi il profilo operativo e di business e del probabile miglioramento post operazione della leva reso possibile dalla generazione di cash flow e dalla vendita di asset.

L'operazione EI Towers/Rai Way avrebbe creato un business più solido nelle torri di trasmissioni, quasi raddoppiando i ricavi di EI Towers e la dimensione del cash flow e avrebbe prodotto un'importante diversificazione dell'elenco dei locatari. Una transazione, tuttavia, prevederebbe un aumento del rapporto tra debito netto ed ebitda fino a 5 volte e quindi non sarebbe coerente con un profilo finanziario "investment grade".

Anche Wind e Telecom Italia stanno considerando la vendita dei loro portafoglio di torri di trasmissione mobile o qualche forma di monetizzazione e questo potrebbe aumentare il numero degli operatori di torri indipendenti in Italia e la possibilità di un futuro consolidamento.

EI Towers ha rating 'BBB' da Fitch con outlook stabile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia