Fca, accordo a Melfi su 20 turni e 1.000 nuovi assunti

giovedì 26 febbraio 2015 18:35
 

ROMA, 26 febbraio (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) si è impegnata con i sindacati di categoria ad assumere allo stabilimento di Melfi circa 1.000 persone, 700 delle quali sono già inserite, da inquadrare prima con contratto interinale e al termine di questo, a tempo indeterminato.

Lo riferisce una fonte sindacale mentre si sta siglando un preliminare d'intesa che prevede anche l'innalzamento a 20 turni su quattro squadre lavorando tutti i giorni della settimana, salvo domenica mattina. I sindacati hanno chiesto l'utilizzo dei permessi collettivi per alleggerire il turno della domenica pomeriggio e una voce retributiva aggiuntiva.

L'azienda ha confermato che la produzione della Punto proseguirà a Melfi e che lo stampo inviato a Mirafiori è solo per manutenzione, sempre secondo la fonte.

Fiat Chrysler è un importante banco di prova per testare l'efficacia del Jobs Act di Matteo Renzi: la parte della riforma del mercato del lavoro sui contratti a tutele crescenti entrerà in vigore dal primo marzo.

A metà gennaio, nell'annunciare la fine della cassa integrazione a Melfi, Marchionne ha promesso 1.000 nuovi assunti "nuovi di zecca che senza il Jobs act sarebbero stati assunti come interinali". Altri 500 saranno trasferiti da altri siti.

Il sindacato ritiene che le assunzioni, a questo punto a causa del buon andamento della domanda, potrebbero essere più di 1.000.

Il nuovo contratto a tutele crescenti sarà esigibile dal 1° marzo.

Melfi ha bisogno di aumentare la produzione, grazie alla Jeep Renegade, la prima auto a marchio Jeep prodotta in Italia e in Europa, e alla 500x.

Fca dovrebbe mantenere a Melfi anche la Punto, per tutto il 2015, hanno detto fonti sindacali, facendo riferimento a indicazioni date da Fca.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia