PUNTO 1-Mediobanca, con rinnovo statuto cda a 15, 3 manager, 2 minoranze-font1

giovedì 26 febbraio 2015 15:48
 

(Aggiunge commenti seconda fonte)

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Il Cda di Mediobanca che scaturirà dalle modifiche statutarie in ottemperanza alle indicazioni di Bankitalia avrà 15 membri, di cui tre manager, mentre potrebbe essere aumentato da 1 a 2 posti lo spazio per le liste di minoranza.

Lo hanno riferito due fonti vicine ai soci e al Cda al termine della riunione informale tra consiglieri e management che si è tenuta oggi sulla riforma della governance.

"Si va verso una riduzione a 15 in consiglio e a una riduzione del numero dei manager. La soluzione più logica è passare da 5 a 3", ha detto la fonte, sottolineando che quindi dovrebbero restare in consiglio il presidente Renato Pagliaro, l'AD Alberto Nagel e il DG Francesco Saverio Vinci.

Una seconda fonte, vicina al Cda, ha riferito che c'è sostanziale accordo sulla riduzione del numero dei consiglieri a un massimo di 15 e dei manager presenti nel board e che sta emergendo l'orientamento, per contro, di portare da uno a due i posti riservati alle liste di minoranza.

L'attuale Cda di Mediobanca, che scade nel 2017, conta 18 membri di cui 5 manager. Eventuali modifiche nella composizione scatterebbero quindi con il prossimo rinnovo. Lo statuto prevede un numero di consiglieri compreso tra 15 e 23.

La discussione è invece ancora in corso per ciò che riguarda il comitato esecutivo. "Si è toccato il tema se tenere o meno l'esecutivo", ha spiegato la seconda fonte. La prima ha spiegato che il presidente del Cda "non potrà presiedere l'esecutivo".

Sui tempi la prima fonte ha detto che a giugno verrà predisposta una relazione sul tema.

A proposito della riunione odierna, la vice presidente Maurizia Angelo Comneno ha detto che "è andata bene con un clima collaborativo".   Continua...