Btp in rally con bond euro in attesa Qe, tassi in picchiata a nuovi minimi

giovedì 26 febbraio 2015 13:11
 

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Mattinata di forte rally per
il mercato obbligazionario italiano che si muove in linea
all'intero comparto della zona euro, spinto dell'ormai imminente
lancio del programma di quantitative easing della Bce, che
schiaccia a nuovi minimi storici i rendimenti, dando impulso
alla domanda nelle tornate d'asta.   
    Stamane il Tesoro ha registrato il tutto esaurito nei
collocamenti a medio lungo termine di fine mese, collocando
tutti gli 8,75 miliardi proposti di Btp a 5 e 10 anni e di Ccteu
. 
    In particolare il rendimento del nuovo decennale giugno 2025
è sceso a 1,36%, il nuovo minimo d'asta, mentre sul secondario
il tasso dell'attuale benchmark dicembre 2024 si è spinto fino a
1,34%, il livello più basso di sempre sul secondario. Lo spread
con l'analoga scadenza del Bund si è stretto
fino a 105 punti base, minimo dal 18 maggio 2010.
    "Tutto è legato all'ormai prossimo avvio del quantitative
easing, unito allo scampato pericolo sulla Grecia. Tra qualche
giorno la Bce cominicerà a comprare bond sovrani con un
programma che andrà a coprire ben oltre le emissioni nette della
zona euro", commenta Riccardo Barbieri, strategist di Mizuho.
    Secondo una stima contenuta in un report a cura dell'ufficio
studi di Intesa Sanpaolo, la Bce acquisterà sul secondario il
119% dei 60 miliardi di emissioni nette di quest'anno per
l'Italia e il 126% della emissioni nette dell'anno prossimo,
stimate a 42 miliardi.
    "Gli investitori hanno interesse a tirare il valore dei
titoli per venderli a caro prezzo alla Bce", prosegue Barbieri.
    I rendimenti a 10 anni di gran parte degli emittenti sovrani
della zona euro hanno segnato nuovi minimi storici in mattinata.
    I periferici, in particolare, hanno beneficiato della
notizia che domani il partito del cancelliere tedesco Angela
Merkel domani voterà a favore dell'accordo per l'estensione dei
prestiti alla Grecia.
    Da segnalare inoltre come i dati macroeconomici della
mattinata abbiano restituito segnali positivi sul fronte
dell'offerta di moneta nella zona euro e della
fiducia di consumatori e imprese, sia in Italia
  che nel blocco della valuta unica
.
    "In condizioni normali probabilmente con questi dati la
curva si sarebbe irripidita, ma la prospettiva degli acquisti
Bce tiene tutto schiacciato", sottolinea Barbieri. 
    "Questo per l'Italia è molto positivo, perchè potrebbe
aprirsi una finestra di rendimenti bassi in un contesto
economico migliore delle attese, che è quello che serve per
stabilizzare il debito", conclude lo strategist. 
   
 ========================== 12,30 =============================
 FUTURES BUND MARZO                   159,92   (+0,48)   
 FUTURES BTP MARZO                    140,74   (+1,02)   
 BTP 2 ANNI (AGO 16)                  109,736  (+0,054)  0,240%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 110,429  (+0,944)  1,359%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 150,222  (+3,006)  2,387%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          166         166
 BTP/BUND 2 ANNI                                 48          52
 BTP/BUND 10 ANNI                               107         114
 minimo                                       104,9       108,9
 massimo                                      114,5       113,9
 BTP/BUND 30 ANNI                               154         151
 BTP 10/2 ANNI                                111,9       117,9
 BTP 30/10 ANNI                               102,8       103,8
 ===============================================================

 
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia