Italia, Ue chiede sforzi aggiuntivi su debito, ok a correzione 2015

mercoledì 25 febbraio 2015 17:43
 

BRUXELLES, 25 febbraio (Reuters) - La Commissione europea ha concluso che lo sforzo di bilancio compiuto dall'Italia per il 2015 è sufficiente ma ha inviato a Roma una lettera chiedendo che venga fatto di più per ridurre il debito pubblico.

Lo ha detto il commissario per gli Affari economici e monetari Pierre Moscovici.

"Non abbiamo preso la decisione di aprire una procedura per deficit eccessivo contro l'Italia, anche se abbiamo ricordato con in una lettera che altri sforzi devono essere fatti per ridurre il debito pubblico," ha detto Moscovici nel corso di una conferenza stampa.

L'esecutivo Ue ha appena annunciato che non avvierà una procedura disciplinare per deficit eccessivo contro Italia e Belgio.

Moscovici spiega che, nel caso dell'Italia, l'applicazione rigida delle regole "avrebbe implicato una correzione talmente brutale che avrebbe messo il Paese in una posizione economica insopportabile".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia