Rcs, cda su cessioni, compresa Libri, convocato il 2 marzo - fonte

mercoledì 25 febbraio 2015 17:16
 

MILANO, 25 febbraio (Reuters) - Il Cda di Rcs si incontrerà lunedì prossimo per valutare l'offerta di Mondadori per Rcs Libri e per fare il punto sulle altre cessioni in agenda, tra cui le radio.

"Il Cda è stato convocato il 2 marzo, all'ordine del giorno ci sono l'avanzamento del piano cessioni e i progetti strategici in corso", dice una fonte vicina alla società. L'11 si terrà il Cda sui conti 2014.

Il gruppo, che ha da poco ceduto la quota detenuta in Igp Decaux (cartellonistica), ha ricevuto dalla casa editrice presieduta da Marina Berlusconi un'offerta non vincolante per l'intera Rcs Libri ; la possibile integrazione ha sollevato polemiche fuori e dentro l'azienda di via Rizzoli. Tra chi si oppone all'operazione, che porterebbe a un deciso rafforzamento della leadership di Mondadori nel mercato dei libri, c'è chi auspicherebbe l'avvio di un'asta internazionale ma l'opzione non pare al momento verosimile, secondo due fonti.

L'operazione resta comunque appesa all'imminente scadenza del Cda di Rcs, che sarà rinnovato con l'assemblea di aprile. Secondo alcune fonti, il Cda attuale potrebbe essere orientato a chiudere, mentre un cambiamento degli amministratori, a partire dall'AD, costituirebbe un'incognita. Con ogni probabilità comunque l'eventuale deal si chiuderà con il Cda nominato dall'assemblea.

Sul tavolo resta poi la cessione della quota Finelco, di cui Rcs è socia con la famiglia Hazan, che controlla le radio 105, Virgin e Montecarlo.

Intanto il vicepresidente Rcs Roland Berger ha smentito indiscrezioni stampa secondo cui sarebbe all'opera alla ricerca di un nuovo amministratore delegato.

(Claudia Cristoferi)

  Continua...